AESSE PROGETTI
 
     
HOME Sito Italiano English Site
 
ATTIVITA’ E SERVIZI > Rilievi Laser Scanner 3D
CONTATTI
AESSE PROGETTI
AESSE ENERGIA
ATTIVITA’ E SERVIZI
Rilievi Laser Scanner 3D
Geodesia
Cartografia
Monitoraggio Ambientale
Gestione del territorio
Monitoraggio strutture
Progettazione
Contabilità lavori
Procedure espropriative
RILIEVI LASER SCANNER
CONTATTI
PRIVACY
 
Cerca Cerca nel sito
News Letter Iscrizione News Letter
Invia Pagina Invia questa pagina
 
Aesse Progetti S.n.c
Via La Martella, 88
75100 Matera (MT) - Italy

Tel: +39 0835 386736
Fax: +39 0835 268800

info@aesseprogetti.com
 
Rilievi Laser Scanner 3D
La tecnologia del laser 3D consente di acquisire digitalmente posizione e forma di oggetti secondo le tre dimensioni tramite un raggio laser generato ed inviato direttamente dallo strumento. Ciascun punto è individuato nella sua posizione spaziale secondo le coordinate x, y e z ed aventi come origine del sistema proprio la posizione dello scanner.

A questo si aggiunge un valore di riflettanza tipico a secondo dei materiali rilevati ed identificato da un parametro cromatico RGB, quest’ultimo acquisibile attraverso l’interazione di una fotocamera digitale incorporata allo strumento di rilevazione o anche esterna ad esso.
Rilievi di precisione e modellazione tridimensionale 3D
La descrizione geometrica dell’oggetto rilevato è discreta in quanto relazionata alla parametratura di risoluzione impostata per l’acquisizione dei dati, a cui corrisponderà un grado di dettaglio nella rappresentazione grafica. Rispetto ad altre tecniche di rilievo, la presente non ha carattere soggettivo, non vengono cioè prescelti soltanto alcuni punti caratteristici dell’oggetto da rilevare, ma oggettivo riferendosi quindi a tutto quanto risulti presente nel range d’azione del segnale inviato dallo strumento laser scanner 3D. Questa applicazione si rivela particolarmente adatta per il rilievo e la rappresentazione spaziale di manufatti particolarmente complessi o situazioni altrimenti difficilmente documentabili, in ragione della loro complessità o estrema irregolarità, difficilmente raggiungibili o addirittura inaccessibili nonché particolarmente fragili o sensibili al contatto.
Ciascuna scansione produce una nuvola di punti che descrive parzialmente l’oggetto. Come ogni proiezione luminosa, il segnale laser colpisce la superficie da rilevare secondo l’angolo dettato dal punto di vista, creando come effetto immediato le inevitabili zone d’ombra. Per una opportuna e completa rappresentazione dell’oggetto si dovrà quindi procedere alla pianificazione delle diverse scansioni, operate secondo angolature che consentano una adeguata sovrapposizione delle diverse immagini ottenute. Le registrazioni così prodotte sono riferite ad una rete di target fortemente riflettenti e posizionati strategicamente sulla superficie dell’oggetto in osservazione. Qualora la particolare conformazione del sito non consenta il posizionamento di un numero sufficiente di target, i riferimenti ripiegheranno su punti caratteristici naturali quali spigoli, punte, fessure, buchi e qualsiasi altro elemento fisso possa essere presente entro l’ambito di interesse.
Tali riferimenti vengono a loro volta ancorati, attraverso un classico rilievo topografico di precisione, alla rete di inquadramento che premetterà di assegnare a ciascun target le coordinate riferite al sistema prescelto. Da quanto detto si desume che, per l’applicazione del sistema di rilevamento laser scanner 3D, si rende necessaria l’applicazione del metodo di rilevamento di tipo tradizionale a mezzo della stazione totale, necessaria per l’individuazione topografica dei target, nonchè di un rilievo satellitare Gps che ne consenta l’inquadramento cartografico.
Il modello tridimensionale ottenuto consente di:
  • ottenere in automatico da qualsiasi piano di sezione e di proiezione, gli elaborati tradizionali, piante, prospetti ed innumerevoli sezioni, assonometrie e prospettive;
  • redigere fotopiani digitali applicando la documentazione fotografica direttamente sul modello, con una resa grafica eccellente;
  • elaborare il modello matematico per la costruzione della mesh o l’applicazione della texture al modello, fino alla navigazione virtuale;
  • simulare interventi, modifiche, variazione di luce e colori;
  • analizzare lo stato di conservazione e degrado dei materiali.

  • Galleria lavori Beni Culturali

    Galleria dei principali lavori realizzati con la tecnologia laser scanner nel settore dei Beni Culturali >> Entra
    Galleria video Beni Culturali

    Galleria rendering video dei lavori realizzati con la tecnologia laser scanner nel settore dei Beni Culturali >> Entra
    Galleria lavori Ambiente

    Galleria dei principali lavori realizzati con la tecnologia laser scanner nel settore Ambientale >> Entra
    Galleria Video Ambiente

    Galleria rendering video dei lavori realizzati con la tecnologia laser scanner nel settore Ambientale >> Entra
      Credits: ISMatera 24